top of page

Il contributo della logopedia dentro Paperbox



Ecco Rosaroberta al lavoro durante una seduta di logopedia.


Conosciamo Rosaroberta Marini, che collabora con Paperbox come Medical Advisor e logopedista. Con un’area di expertise che va dai disturbi del linguaggio a quelli dell’apprendimento, Rosaroberta è una delle professioniste certificate che offrono consulti online sulla piattaforma di Paperbox.


Logopedia: ne hai sentito parlare? Contiene al suo interno i termini greci logos, parola, discorso, e paideia, educazione, ed è quel ramo della medicina che riguarda la cura dei disturbi del linguaggio.


Ma scopriamone di più assieme a chi di logopedia se ne intende, Rosaroberta Marini, logopedista specializzata in neuropsicologia dell’età evolutiva, disturbi del linguaggio, dell’apprendimento (DSA) e deglutizione, che collabora con Paperbox fin dai suoi esordi. Roberta è una delle figure sanitarie di riferimento, ed offre consultazioni online sulla piattaforma di Paperbox. Come Medical Advisor è invece una delle esperte impegnate nella definizione dei contenuti delle attività di DINO, il videogioco che sta per essere lanciato da Paperbox, per bambini dai 5 anni, col fine di individuare sintomi di predisposizione alla dislessia già in età prescolare.


Il logopedista è una figura sanitaria che si occupa di counseling, prevenzione, identificazione e potenziamento o trattamento di disturbi che hanno a che fare con linguaggio, apprendimento, voce, deglutizione, sia in età evolutiva che adulta”, ci spiega Rosaroberta quando la incontriamo, “ossia tutto quello che ruota intorno alla comunicazione verbale e non verbale – prerequisiti del linguaggio.


Rosaroberta ama i bambini da sempre, ed è soprattutto il desiderio di lavorare a contatto con loro che la porta a ottenere una Laurea in Logopedia e un Master in Neuropsicologia dell’età evolutiva, con tanto di formazione presso L’Ospedale Pediatrico romano Bambino Gesù. Terminati gli studi, si inserisce da subito nell’ambito lavorativo dell’età evolutiva, su tutto il territorio italiano, da Benevento – dove è nata – a Cremona, Roma, fino a Torino, dove vive ora, dentro strutture convenzionate e private.


L’aspetto interessante è che, nonostante il valore che riveste nell’ambito dello sviluppo del linguaggio, la logopedia è cosa ancora poco nota ai più: “quella del logopedista è una figura che ha cominciato ad essere maggiormente conosciuta negli ultimi anni, specie grazie alla sensibilizzazione che viene fatta su molti temi, soprattutto a scuola, per quanto concerne l’area linguistica e quella dell’apprendimento”, conferma Rosaroberta. Per esempio, il tema dei DSA.


Il logopedista svolge un ruolo fondamentale nella diagnosi di DSA in età scolare: “è coinvolto in una équipe composta da un neuropsichiatra infantile e uno psicologo, che si occupa di somministrare una serie di test volti a identificare le difficoltà specifiche del bambino”, spiega Rosaroberta. Ma non solo: il logopedista gioca un ruolo essenziale anche in fase prescolare, qualora ci siano sospetti di difficoltà futura a leggere e scrivere. Ed è qui che arriva il contributo di Rosaroberta dentro Paperbox, nelle consulenze che fornisce online. Per esempio, la consulenza preliminare di 30 minuti è il primo incontro con i genitori, dove Rosaroberta entra in contatto con la problematica esposta dai genitori. “Si tratta di un colloquio informativo di counseling, di raccolta dati”, precisa Rosaroberta, “e serve per preparare il terreno per un’eventuale valutazione con il bambino. Di fatto spiego ai genitori che cosa farò, quali saranno i miei obiettivi e come possono aiutarmi anche loro affinché la valutazione sia il più completa possibile.”


Nel caso invece di una consultazione successiva all’uso di DINO – immaginiamo un bambino di 5 anni che ha svolto le attività ludiche di DINO, e nel giro di poco ha ottenuto un report finale – il ruolo di Rosaroberta è di leggerne il significato assieme ai genitori, e offrire la possibilità di un programma di intervento mirato a potenziare le aree del bambino che sono apparse un po’ deboli.


“Per ridurre le conseguenze di un DSA in età scolare, in età prescolare è fondamentale identificare i campanelli d’allarme che ci fanno pensare a una ipotetica difficoltà o disturbo nell’apprendimento della letto-scrittura”, spiega Rosaroberta. “È importante intervenire precocemente con dei percorsi volti a potenziare le aree apparse un po’ più deboli nell’ambito dello screening con il videogioco”, continua Rosaroberta,” e vedere nel tempo come il bambino reagisce a questo tipo di stimoli – che siano nell’area di identificazione e manipolazione dei suoni, o della componente visiva, come l’orientamento spaziale –, capire quanto è modificabile e quanto no, e come possiamo intervenire con dei percorsi sempre più personalizzati.”


Da qui l’importanza del ruolo del logopedista, dentro la famiglia di Paperbox. Valore che si espande grazie alla possibilità di usufruire di un primo consulto GRATUITO di 30 minuti per un periodo limitato assieme a Rosaroberta – o altri esperti come lei.

Un battito di click, semplice e veloce, in ogni momento, da casa tua: entra qui per decidere giorno e ora più comodi a te, per un primo video-incontro online con uno dei nostri specialisti, che risponderà a ogni tua domanda.

Prima è, meglio è: come suggerisce Rosaroberta, che i bambini li conosce – e ama parecchio.

Se vuoi conoscere meglio Rosaroberta Marini, la trovi anche qui.


Scritto da Verusca Costenaro - verusca.costenaro@gmail.com


46 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti